venerdì 30 novembre 2012

Premio Intel Business a IRC

IRC ha vinto il premio speciale Intel Business !!!

Oggi finale a Bari per il Premio Nazionale Innovazione con 3 idee di impresa della Start Cup Calabria 2012:

iRC – Intelligent Remote Controller
http://www.startcupcalabria.unical.it/schede/IRC.pdf

Tucano - sistema integrato per energia termica
http://www.startcupcalabria.unical.it


SAL Twin Forceps – soluzioni innovative per la laparoscopia
http://www.startcupcalabria.unical.it/schede/SAL.pdf

3 delle 64 finaliste nazionali sono state calabresi.

IRC ha vinto il premio speciale Intel Business !!!

IRC parteciperà alla competizione europea Intel Business Challenge Europe 2013
http://www.intelchallenge.eu/

domenica 25 novembre 2012

PNI: finale a Bari il 29 e 30 novembre 2012

Tra qualche giorno, il 29 e il 30 novembre le 3 finaliste della Start Cup Calabria saranno a Bari per il Premio Nazionale Innovazione 2012

Tucano - Produzione di energia termica a basso costo ed ad emissioni zero
SAL Twin Forceps – Soluzioni innovative per la laparoscopia monoaccesso
iRC – Intelligent Remote Controller




Eco4Cloud annuncia un round da 2,3 milioni di euro








Piccole start-up crescono



Da Il Quotidiano della Calabria, 20 novembre 2012

Eco4cloud: una start up italiana affronta la sfida del Green Computing

Eco4cloud srl, un'idea di impresa della Start Cup Calabria 2011 e oggi azienda ospitata in Terchnest
Comunicato stampa:


Eco4cloud: una start up italiana affronta la sfida del Green Computing

Eco4cloud, società italiana specializzata nel risparmio energetico per i data center, annuncia l’ingresso di Principia SGR e Digital Investments SCA Sicar nel proprio assetto azionario.
Principia SGR, una delle maggiori realtà italiane nel settore del venture capital italiano per masse gestite, entra in società sottoscrivendo con il Fondo Principia II un aumento di capitale da 250 mila euro e riservando contestualmente a follow on ulteriori 2 mln di euro; Digital Investment SCA Sicar, il fondo di seed investment di cui è advisor dpixel, un aumento di capitale di 50 mila euro.

Eco4cloud, start up dell’Università della Calabria ospitata presso l’incubatore dell’ateneo chiamato Technest, nasce dal lavoro di un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del CNR. I fondatori hanno lavorato negli ultimi anni nel campo degli algoritmi bio-ispirati elaborando un’intelligenza artificiale, ispirata ai comportamenti osservabili in natura, che mira a rendere eco-sostenibili le infrastrutture informatiche, ricavandone così sollievo per l’ambiente, nonchè un grande vantaggio economico per le società in termini di risparmio energetico all’interno dei data center. I maggiori trend attuali nell’industria dell’Information Technology ovvero Mobile, Cloud Computing e Big Data, richiedono tutti un utilizzo intensivo dei data center che sono quindi esplosi in numero e dimensioni. Questa crescita ha portato ad un aumento incontrollato dei costi energetici ben lontani dall’essere ottimizzati: il risparmio potenziale con eco4cloud è enorme, nonchè critico in un momento di congiuntura economica negativa.

L’ingresso di Principia e Digital Investment nel capitale di eco4cloud consentirà alla società calabrese di completare lo sviluppo del prodotto software di Data Center Infrastructure Management che, unico nel suo genere, permette di ottenere risparmi fino al 35% dell’energia normalmente consumata, oltre alle normali funzionalità di monitoraggio e reportistica. I capitali raccolti sono finalizzati alla strutturazione della startup per dare l’impulso finale alla realizzazione della piattaforma software.

Raffaele Giordanelli, CEO di eco4cloud, dichiara: “collaborare con venture capitalists del calibro di Principia e Digital Investment ha per noi il duplice vantaggio di apportare i capitali necessari alla realizzazione di un prodotto innovativo come il nostro e le competenze necessarie a lanciarlo su un mercato in crescita esponenziale, ancora aperto a soluzioni tecnologicamente avanzate. Abbiamo la ferma convinzione che avere Principia e Digital Investment nella nostra compagine societaria avrà un ruolo decisivo nel successo dell’impresa”.

Giuseppe Papuzzo, CTO di eco4cloud, dichiara: “Le soluzioni adottate in un classico data center non sono più sufficienti ad affrontare le nuove sfide proposte dal crescente mercato dei prodotti Cloud. Per mantenere livelli di performance economicamente vantaggiosi bisogna investire in nuove tecnologie e soluzioni innovative. Principia oggi offre ad eco4cloud la possibilità di dare il suo contributo per creare i data center di domani”.  Il team imprenditoriale di eco4cloud si completa con Carlo Mastroianni e Agostino Forestiero, ricercatori dell’ICAR-CNR, Ivana Pellegrino, esperta in business administration, e Domenico Talia, Professore ordinario di Informatica presso l’Università della Calabria.

Michele Costabile, di Principia SGR, dichiara: “eco4cloud è un progetto che considera l’innovazione sostenibile come motore della propria attività e ritengo fondamentale favorire la presenza in Italia di realtà che puntino sull’innovazione come leva per lo sviluppo. In tal senso, penso che ben oltre le dichiarazioni di politici e tecnici al governo del Paese, questo sia un esempio piccolo ma molto significativo di cosa significhi avere un ecosistema per l’innovazione che funzioni. Al successo dell’operazione in venture capital, infatti, hanno contribuito la Fondazione Carical e il DIT (Fondo HT Sud), sottoscrittori del Fondo Principia II, l’Università della Calabria, l'ICAR-CNR e l’incubatore TechNest (Unical), fucine di sviluppo della tecnologia e di spin off, e non ultimo Telecom Italia che, con il progetto Working Capital e il supporto di Dpixel, seed capital advisor, sta svolgendo un ruolo di vera e propria accelerazione per tante start-up high tech italiane”.

Salvo Mizzi, responsabile ed ideatore di Working Capital Accelerator in  Telecom Italia : “Eco4Cloud dimostra la vivacità e la ricchezza dell’ecosistema delle start-up italiane, anche in settori altamente specializzati come quello delle tecnologie per la sostenibilità, un tema di grande interesse per tutti proprio perché traguarda non solo  benefici economici ma anche ricadute ambientali. Ed è la dimostrazione di come sia possibile attivare meccanismi virtuosi, coinvolgendo tutti gli attori necessari, e realizzare così la “rainforest” italiana di cui il paese ha bisogno basandosi sui pilastri della cultura, della fiducia, dei talenti e di capitali coraggiosi ”.

Ad oggi, i test applicativi mostrano risultati più che convincenti. Dallo scorso mese di luglio, Telecom Italia ha sperimentato la tecnologia proposta da Eco4Cloud presso il data center di Bari, registrando a settembre un risparmio energetico del 30%. 

Per Marco Patuano CEO di Telecom – “Eco4Cloud rappresenta un felice caso di innovazione sostenibile - promossa dal basso e adottata da una grande azienda”.

Anche Cisco sta testando la tecnologia e a dimostrazione del suo interesse, ha invitato Eco4Cloud a presentare la tecnologia presso lo stand adibito per lo SMAU 2012. Da ultimo, si segnala la partnership siglata con Cisco per l’integrazione di Eco4Cloud in Cisco UCS  e la chiusura di due contratti di fornitura per due importanti data center statunitensi. 

Notredame, un'idea selezionata dalla Start Cup Calabria 2011

Notredame, start up di Technest su Panorama del 22 novembre 2012 col suo prodotto Smartlayercal


Comunicato Stampa di Altilia srl

Altilia srl, un'idea di impresa della Start Cup Calabria e oggi azienda ospitata in Technest.
Comunicato stampa:

Altilia una start-up che punta a rivoluzionare il mercato globale della gestione dei Big Data non strutturati disponibili sul Web.

Altilia (www.altiliagroup.com), start-up calabrese spin-off del CNR, annuncia l’ingresso nella propria compagine societaria di Principia SGR, una delle maggiori realtà operanti nel settore del ventur capital italiano. 
L’investimento, che prevede un aumento di capitale da 2,1 milioni, offrirà l’opportunità ad Altilia di allargare i propri orizzonti guardando al mercato nordamericano e, più in generale, a quello mondiale. 

Nata nel 2010 su iniziativa di un gruppo di ricercatori dell'Istituto di Calcolo e Reti ad alte prestazioni (ICAR) di Rende (CS), Altilia, che è ospitata all’interno di TechNest, l’incubatore di imprese dell’Università della Calabria, sviluppa tecnologie semantiche ca-paci di estrapolare conoscenza – in automatico e real time – dall’enorme mole di dati contenuta in pagine web e documenti elettronici condivisi in internet e nelle intranet aziendali. Un processo al quale le aziende sono fortemente interessate per le opportuni-tà che esso offre di valorizzare in modo più efficiente ed efficace le attività di business, creare migliori servizi informativi per se stesse e per i clienti e, più in generale, migliorare la propria capacità di generare e capitalizzare valore.
Altilia risponde a questa esigenza offrendo la piattaforma “IDEA4 Semantic Con-tent Capture”, in grado di automatizzare i processi di acquisizione, trasformazione, integrazione e memorizzazione in forma strutturata di big data presenti in sorgenti in-formative non strutturate ed eterogenee. La piattaforma è caratterizzata da algoritmi in-novativi ed originali in grado di imitare il comportamento umano nel comprendere la struttura dei contenuti e nell’attribuire loro significato; algoritmi che sfruttano contempo-raneamente il layout spaziale dei documenti e l’analisi semantica dei testi, espressi in linguaggio naturale, per comprendere il significato delle informazioni, estrarle e renderle disponibili in formato strutturato. 

Massimo Ruffolo, fondatore della società e ricercatore del CNR, commenta: “L'in-gresso del Fondo Principia II nella compagine societaria e il supporto operativo di Expert System, ci permetteranno di sviluppare la nostra presenza sul mercato, gettare le basi del nostro sviluppo global e di diffondere i nostri prodotti a livello mondiale”. 

Marco Varone, CTO e fondatore di Expert System S.p.A., afferma: "Altilia ha svi-luppato una tecnologia innovativa ed efficace, complementare a Cogito, un nostro pro-dotto di punta e, grazie a questa operazione con Principia, sarà possibile aumentare il valore della collaborazione fra le due società su diversi fronti". 

Rita Polarolo, Fund Manager di Principia dichiara: ”Altilia opera all’interno del mer-cato dei Big Data, in fortissima espansione. Il progetto considera l’innovazione come mo-tore della propria attività: la piattaforma tecnologica sviluppata è unica sul mercato e, con i capitali investiti e il supporto di Expert System, miriamo a terminare in tempi rapidi lo sviluppo del prodotto. Questa operazione è il risultato dell’interazione fra diversi attori dell’ecosistema della business innovation, che può funzionare anche in Italia, come di-mostra quanto accaduto in Calabria. Al successo dell’investimento, infatti, hanno contri-buito la Fondazione Carical e il DIT (Fondo HT Sud), sottoscrittori del Fondo Principia II, l’Università della Calabria, l'ICAR-CNR e l’incubatore TechNest (Unical), fucine di svilup-po della tecnologia e di spin-off e non ultimo Telecom Italia che, con il progetto Working Capital e il supporto di Dpixel, seed capital advisor, sta svolgendo un ruolo di vera e pro-pria accelerazione per tante start-up high tech italiane.”

Salvo Mizzi, responsabile e ideatore di Working Capital Accelerator in Telecom Ita-lia: “Il settore delle ricerche semantiche è estremamente interessante, un’arena altamen-te competitiva in cui sono impegnati numerosi attori. Trovare core competences distintive e con declinazioni originali, specie se coniugate con un’altra grande opportunità come Big data, è un segno della vivacità degli attori dell’innovazione italiana e di come il si-stema nel suo complesso si stia avviando verso la realizzazione della “rainforest” di cui il paese ha bisogno, basandosi sui pilastri della cultura, della fiducia, dei talenti e di capi-tali coraggiosi”.
Dopo i primi test, la piattaforma tecnologica di Altilia sta crescendo di giorno in gior-no e si configura sempre più come uno strumento per "content processing and mana-gement", ovvero come un insieme di tool che consentono di disegnare processi per la gestione di grandi quantità di contenuti.
Significativi, sono anche i primi riscontri ottenuti sul fronte commerciale. Attualmen-te la start up ha chiuso tre rilevanti accordi, rispettivamente per fraud detection, price in-teligence e semantic searching nel settore e-commerce, per operatori del calibro di Ban-zai e ICE (Istituto per il Commercio Estero).
Due importanti partnership industriali, stanno invece per chiudersi con le start up statunitensi Datastax e Openstack.

Piccole start-up crescono



Da Il Quotidiano della Calabria, 22 novembre 2012

domenica 14 ottobre 2012

Start Cup Calabria 2012 ... and the winner is ...

Venerdì 12 ottobre si è conclusa la IV edizione della Start Cup Calabria 2012. Il TechGarage, che si è svolto nel Teatro Auditorium dell'Università della Calabria, ha visto in gara dieci innovative idee d'impresa. I finalisti sono stati selezionati al termine di un percorso cominciato lo scorso giugno con il BarCamper itinerante nelle cinque province calabresi che ha raccolto novanta idee di impresa e realizzato oltre sessanta colloqui di approfondimento. Il percorso è proseguito a settembre con una settimana intensiva di formazione e lavoro di gruppo per ventitre team. Al TechGarage finale, una giuria di investitori, imprenditori e operatori dell'innovazione ha valutato i progetti dei dieci team d'impresa finalisti e assegnato un premio in denaro ai primi tre classificati:

  1. Tucano
  2. SAL Twin Forceps – Soluzioni innovative per la laparoscopia 
  3. iRC – Intelligent Remote Controller
Questi tre team parteciperanno al Premio Nazionale per l'Innovazione 2012, la cui fase finale si svolgerà a Bari il prossimo 30 novembre mentre tutti i finalisti avranno la possibilità di accedere al circuito TechNest, l'incubatore dell'Università della Calabria.
I vincitori sono stati premiati da Pio Turano in rappresentanza di Fincalabra che ha messo in palio i premi da 15.000, 10.000 e 5.000 euro.

Al termine dell'evento, l'incubatore TechNest dell'Università della Calabria e dConsulting by dPixel insieme ai sostenitori della Start Cup - la Provincia di Cosenza, la Fondazione Carical, Fincalabra e CalabriaInnova e la Camera di Commercio di Cosenza - si sono dati appuntamento al prossimo anno per una nuova e più ricca edizione.







Il Techgarage in una foto ...


sabato 13 ottobre 2012

Techgarage

La finale della Start Cup Calabria 2012, il Techgarage
Il Servizio televisivo prodotto da WDI trasmesso anche su TELEUROPA NETWORK



Techgarage: Prima classificata

Techgarage: Prima classificata, Tucano di Roberto Polillo, Stefano Monaco, Francesco Monaco ed Antonio Lindia.
Proposta: sistema per la produzione di energia termica a basso costo ed a zero emissioni attraverso un concentratore che integrando il solare, il fotovoltaico e l’eolico, costituisce un impianto in grado di fornire energia termica in qualsiasi condizione e in piena autonomia elettrica.




Techgarage: Seconda classificata

Techgarage: Seconda classificata, SALTwin Forceps, di Paola Nudo, Giovanna Danieli, Antonia Rizzuto e Giorgia Lupinacci. 
Proposta: una pinza laparoscopica a doppio forcipe con cui il chirurgo può movimentare con una sola mano lo strumento operatorio ed attraverso tre semplici comandi meccanici può divaricare, aprire e chiudere i forcipi bloccando la pinza nella posizione desiderata.





Techgarage: Terza classificata

Techgarage: Terza classificata, iRC (Intelligent Remote Controller) di Floriano De Rango, Domenico Falbo, Peppino Fazio e Andrea Vaccaro
Proposta: un sistema elettronico capace di monitorare i consumi di energia, gas e acqua nonché pianificare le spese di gestione su base giornaliera, settimanale e mensile.







giovedì 11 ottobre 2012

martedì 9 ottobre 2012

Techgarage: schede dei finalisti


Le schede delle 10 idee di impresa finaliste per il Techgarage del prossimo venerdì 12 ottobre sono state pubblicate sul sito web ufficiale della Start Cup Calabria


domenica 7 ottobre 2012

Sole24ore - Incubatori - Technest


Sul Sole24Ore di domenica 7 ottobre 2012 si parla di Agenda Digitale, incubatori di impresa e Technest. Essere associati a I3P del Politecnico di Torino, H-Farm, Innovami, Navacchio, Enlabs, Area Science Park dovrebbe farci riflettere su cosa si può fare in Calabria con un po' di impegno.

Ne approfitto per ricordarvi che la finale della Start Cup Calabria 2012, Il Techgarage Calabria, è fissata per il prossimo venerdì 12 Ottobre presso il Teatro Auditorium del Campus dell'Università della Calabria, in piazza Vermicelli, estremo nord del ponte Pietro Bucci.

La Start Cup Calabria è lo strumento di ricerca di nuove idee imprenditoriali da immettere nel circuito di Technest.

Partecipate !!!

venerdì 5 ottobre 2012

Techgarage Calabria - 12 Ottobre 2012


Techgarage Calabria - 12 Ottobre 2012

La finale della Start Cup Calabria 2012, Il Techgarage Calabria, è fissata per il prossimo venerdì 12 Ottobre presso il Teatro Auditorium del Campus dell'Università della Calabria, in piazza Vermicelli, estremo nord del ponte Pietro Bucci.
Partecipate !!!



Techgarage Calabria - 12 Ottobre 2012

La finale della Start Cup Calabria 2012, Il Techgarage Calabria è fissata per il prossimo venerdì 12 Ottobre presso il Teatro Auditorium del Campus dell'Università della Calabria, in piazza Vermicelli, estremo nord del ponte Pietro Bucci.
Partecipate !!!


Estratto da Il Quotidiano del 5 Ottobre 2012

lunedì 1 ottobre 2012

lunedì 10 settembre 2012

Finalisti per il Techgarage

Il Quotidiano della Calabria riporta le idee ammesse al Techgarage
8 settembre 2012




Artemat e Il Business game nella techweek


La quarta giornata della techweek, la settimana di formazione intensiva in corso presso l’incubatore TechNest dell’Università della Calabria organizzata in collaborazione con dPixel, nell’ambito di Start Cup Calabria 2012, ha riservato ai ragazzi “aspiranti imprenditori” un piacevole evento formativo: la business game competition.
I 22 team hanno avuto la possibilità di testare le proprie capacità manageriali sfidandosi in un mercato virtuale attraverso un Business Game ideato e sviluppato dai ragazzi di Artémat, un giovane team che da un anno fa parte della squadra imprese innovative di TechNest. Fin dalla sua nascita Artémat lancia il messaggio“think different!” per fare formazione nell’ambito della gestione e creazione d’impresa.
I team suddivisi in due gironi hanno avuto la possibilità di simulare due anni di una start up inserita nel mercato delle applicazioni mobile. La simulazione ha realisticamente disegnato uno scenario in cui essere una start up non è sicuramente sinonimo di successo ma è invece un qualcosa di molto complesso che “gioca” il suo futuro su scelte strategiche fondamentali quali la composizione del team professionale, gli investimenti in tecnologie, le strategie di marketing, una gestione economica-finaziaria efficace, ovvero massimizzare il Valore della Start Up nel proprio scenario competitivo.
Come in ogni competizione c’è stato un vincitore, per la cronaca infatti, ha vinto per il girone uno,Escamotage 2.0 e per il girone due nanoMEB. Ai due team non resta che confermare nella realtà quanto fatto nella simulazione!
Alcuni commenti di fine game, da parte dei partecipanti, danno l’idea del successo dell’iniziativa: “Esperienza molto bella, utile soprattutto a capire quanto ogni singola scelta possa condizionare il futuro di un’azienda”, ed ancora “Gli strumenti di simulazione a disposizione del team sono stati di facile uso e hanno reso la metodologia efficace”, “L’attività è risulta piacevole e l’ambiente di apprendimento molto stimolante grazie anche alla competizione che si è creata tra i team” e infine “Le variabili prese in esame hanno dato la possibiltà di immaginare un quadro generale il più vicino possibile allo scenario competitivo con cui deve confrontarsi ogni imprenditore”.

Pronti per il Techgarage

Da Il Quotidiano della Calabria di sabato 8 settembre 2012




sabato 8 settembre 2012

Selezionati i finalisti per il TechGarage

La Techweek si è conclusa oggi, venerdì 7 settembre 2012.

I numeri di questa edizione riportano 90 idee registrate al BarCamper, lo scouting itinerante in tutte le province della Calabria. 63 sottoposte a colloquio nel corso delle cinque tappe, 23 selezionate ed ammesse alla TechWeek. Di queste solo 17 hanno deciso di continuare per contendersi i dieci posti a disposizione per la finale del TechGarage, accedere a TechNest ed entrare alla finale del Premio Nazionale per l’Innovazione.

IDEE AMMESSE AL TECHGARAGE

Sport Agent di Giuseppe Naccarato, Marcello Stani, Domenico Franzè e Stefano Vena

SAL Twin forceps di Paola Nudo, Antonia Rizzuto, Giorgia Lupinacci e Stefania Aloise,

IRC – Intelligent Remote Controller di Floriano De rango, Peppino Fazio ed Andrea Vaccaro

TUCANO di Roberto Polillo, Stefano Monaco Francesco Monaco ed Antonio Lindia

A social approach to open metadata and web service development di Paolo Di Pietro, Annalisa Barone ed Alessio Romagnoli

NanoMeb di Massimo Merenda, Francesco Della Corte, Antonella Macheda, Demetrio Iero e Manuela Romanò

Pocket Gym di Andrea Cesaro e Serena Nastasi

Escamotage 2.0 di Stefano Cacciavari, Manuele Olivo, Rosario Capicotto e Pierpaolo Scerra.

5W di Sergio Conti ed Angelo Marra

Hula Tooth, lo spazzolino robot. da Antonio Cutrupi che ha coinvolto nello staff Enrico Fiore e Giacomo Lo Zuppone,

NON AMMESSE:

MoVent di Francesco Vigna, Stefano Gitto e Santina Orlando

Mondodigusto di Francesco Romeo e Giuseppe Santoiemma

Rapid Shop di Antonio Oliverio, Giuseppe Mazza, Giovanni Giuliano ed Antonio Massa

Luxury di Giovanni Urso e Giuseppe Longo

E-deco di Lucia Bianchi e Luca Pietramala

Marigold Milk di Francesca Mundo e Pasqualino Tropea

Dogic di Domenico Costanzo, Leonardo Aggazio, Alessandro Tigani, Marco Costanzo ed Enrico Panetta

Ritirate:AbSystem, Progetto Fly, Posidonia, PlugIndustry, Micro birrificio e Spending Free

venerdì 7 settembre 2012

martedì 4 settembre 2012

Avviata la TechWeek

La TechWeek è partita alla grande !!!
64 partecipanti per 21 idee di impresa.
10 delle proposte partecipanti saranno ammesse alla finale del TechGarage.

mercoledì 29 agosto 2012

Il programma della TechWeek


Programma della TechWeek
3-7 settembre 2012


TechWeek


La Start Cup riparte !!!
La prossima settimana, dal 3 al 7 settembre, si terrà l'evento formativo principale del percorso della Start Cup Calabria: la Techweek.
Si tratta di una settimana di mentorship imprenditoriale sul modello "
full immersion", organizzata in giornate di corsi intensivi in aula alternati a sessioni di lavoro sul prodotto.
La Techweek seleziona le idee di impresa che saranno ammesse all'evento finale della Start Cup Calabria 2012, il TechGarage.
Lo dicono anche i giornali ...


Il Quotidiano della Calabria


Gazzetta del Sud



Le idee dalla Calabria per cambiare il futuro

Giulia Fresca presenta un breve viaggio tra le idee per la Start Cup Calabria 2012, che quest’anno si è realizzata con la formula itinerante del BarCamper nei cinque capoluoghi di provincia calabresi.
Gli articoli sono stati pubblicati
su il Quotidiano della Calabria edizione web.






venerdì 6 luglio 2012

Pubblicato l'elenco delle idee imprenditoriali ammesse alla TechWeek

Completata la fase di valutazione delle idee d'impresa presentate al barCamper, sono ben 23 quelle ammesse alla TechWeek (3 - 8 settembre presso l'incubatore TechNest dell'Università della Calabria).

L'ammissione di un numero di idee superiore a quello originariamente previsto (20) deriva dalla elevata valutazione comune raggiunta da un ampio gruppo di partecipanti ed è, in questo senso, indice di un buon livello qualitativo generale.

Purtroppo, il numero comunque limitato di posti per la TechWeek non permette di includere molti altri progetti che riteniamo abbiano le potenzialità per dare un contributo concreto ai processi di innovazione di cui ha bisogno la nostra regione. Questo è il vero motore di sviluppo del Paese e ti invitiamo a non mollare!

Scarica graduatorie barCamper

venerdì 22 giugno 2012

Start Cup Calabria 2012 -Documento di sintesi dell'IdeaTour del BarCamper

a cura di Giulia Fresca

RENDE (CS)- Si è concluso con una tappa straordinaria all’incubatore TechNest dell’Università della Calabria l’IdeaTour del BarCamper, l’unità mobile superaccessoriata che quest’anno ha consentito alla Start Cup Calabria 2012 di essere presente in tutti i cinque capoluoghi di provincia della regione dall’11 al 21 giugno.

La competizione di idee di impresa (o business competition, in gergo) ideata ed organizzata dall’incubatore TechNest, dell’Università della Calabria insieme a dConsuting by dPixel, con il sostegno della Provincia di Cosenza, della Fondazione Carical, di FinCalabra tramite CalabriaInnova, della Camera di Commercio di Cosenza e dello stesso ateneo cosentino, è giunta alla quarta edizione confermandosi leader per qualità delle idee di impresa illustrate dagli aspiranti imprenditori nonché per il buon livello delle presentazioni. «Ciò dimostra il grande interesse che la Start Cup Calabria è riuscita a trasmettere in questi anni - ha dichiarato il Coordinatore della Start Cup Calabria, Riccardo Barberi - e che consente all’iniziativa di mantenersi sui livelli medio alti che sono quelli deputati per una competizione di idee di rilevanza nazionale. A ciò si aggiunge la competenza e la professionalità riconosciuta a livello internazionale dei partner dell’iniziativa tra i quali spiccano nomi di rilievo come il fondatore di dPixel, Gianluca Dettori e gli ospiti che si sono succeduti in questa edizione come il funky professor Marco Zamperini di NTT Data Italia, Donatella Sanzone di Cisco, Paolo Barbanti di Pharma & Biotech Advisors, Mario Fontana di Microsoft BizSpark, ed i rappresentanti di FabLab del Frankenstein Garage, oltre a tante presenze tecniche che hanno conferito indubbio valore aggiunto a tutte le tappe». Il BarCamper, nel corso del tour sul territorio calabrese, ha beneficiato della collaborazione locale delle Camere di Commercio di Crotone, Vibo Valentia e Reggio Calabria, di Confindustria Calabria, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell’Università Magna Graecia di Catanzaro ed è importante ricordare la visita del vice presidente della Camera di commercio di Crotone, Raffaele Lucà, del segretario generale della Camera di Commercio di Vibo Valentia, Donatella Romeo ed a Reggio Calabria, del neo rettore dell’Università Mediterranea, Pasquale Catanoso e del responsabile del servizio ricerca, innovazione e TT dell’ateneo, Domenico Cappellano.

Ben 88 le proposte registrate e 61 i colloqui avvenuti in tutti capoluoghi di provincia che hanno evidenziato un trend in crescita, rispetto alla scorsa edizione, del 60%. Tra le quattro categorie in cui concorrere, in base alla natura del progetto ed agli ambiti/mercati di sbocco: ‘Life Science’, ‘ICT - Social Innovation’, ‘Agrifood – Cleantech’ e ‘Industrial’, circa il 48% delle idee d’impresa innovative presentato ha riguardato proprio il settore ‘ICT - Social Innovation’, seguito da quasi il 19% di “altro” ovvero proposte che non avevano un solo sbocco settoriale ma che rientrano in più ambiti scientifici di trasferimento tecnologico. Al terzo posto, per rilevanza, si è piazzato il settore ‘Industrial’, seguito da ‘Life Science’ ed ‘Agrifood – Cleantech’.

A conclusione della tappa straordinaria di scouting, del BarCamper all'Università della Calabria, resasi necessaria per l’alto numero di proposte per idee di impresa e per la richiesta, da parte di quanti hanno appreso dell’iniziativa durante il tour regionale, la Commissione Esaminatrice si è messa subito al lavoro per selezionare le idee più valide da ammettere al percorso formativo della TechWeek, ovvero la settimana intensiva di formazione e lavoro di gruppo per la stesura del business plan, necessario per potere accedere alla finale del TechGarage valida per l’ammissione al Premio Nazionale Innovazione, che quest’anno si terrà a Bari, ed al circuito di TechNest, l’incubatore di imprese nel campus dell’Università della Calabria. Entro il 1° luglio è prevista, sul sito http://www.startcupcalabria.unical.it/, la pubblicazione delle idee di impresa selezionate per la TechWeek che si svolgerà dal 3 al 8 settembre.